Questo Matrimonio senza pubblicazioni on-line non s’ha da fare.

Dal primo Gennaio 2011 sono cambiate le modalità di "affissione" delle pubblicazioni, si è passati dal reale al virtuale, ma non tutti i comuni si sono adeguati e a pagarne le spese potrebbero essere i futuri sposi.

Sposine e sposini state attenti, perché il ministero della funzione pubblica ha richiamato i comuni italiani all’ordine e al rispetto dell’articolo 32 della legge 69/2009 (http://www.parlamento.it/parlam/leggi/09069l.htm) , che reca disposizioni finalizzate all’eliminazione degli sprechi. Vi starete chiedendo: "e a noi cosa cambia?"