Anniversario di Nozze: la guida definitiva per lui, ma anche per lei

"E’ l’anniversario bellezza e tu non ci puoi fare niente". Ci scusiamo con Humphrey Bogart e Richard Brooks per l’utilizzo improprio del loro genio, ma l’anniversario è un momento da festeggiare con cura e voi, cari maschietti, non ci potete fare niente.

 

Guai a dimenticare l’anniversario di matrimonio, a qualcuno è capitato, ma non ha avuto la possibilità di raccontarlo. Le pene e i supplizi a cui sarete sottoposti sono inenarrabili e non mi assumo qui la responsabilità di descriverli, anche perché non vorrei dare spunti interessanti alle vostre compagne.

 

Ricordarsi la data corretta dell’anniversario è condizione necessaria, ma non sufficiente, per vivere sereni; è un ottimo punto di partenza, ma la strada per sorprendere la vostra lei è ancora lunga e irta di ostacoli, perché ogni anniversario ha una sua storia e un suo rito da rispettare.

 

Inoltre, per quanto il concetto sia di difficile assimilazione per la mente maschile, gli anniversari importanti non sono solo i multipli di 5, anzi, soprattutto all’inizio, bisogna festeggiare ogni anno.

 

Ora vi starete chiedendo: di chi è la colpa per tutti questi “sbattimenti”? Dovete prendervela, si fa per dire ovviamente, con la scrittrice americana Emily Post, che nel 1922 decise di inserire nel suo libro "Etiquette in Society, in Business, in Politics and at Home" una serie di consigli per festeggiare gli anniversari di matrimonio.

 

Per vostra sfortuna o fortuna, dipende dai punti di vista, la prima edizione del libro prevedeva solo il , , 10°, 15°, 20°, 25°, 50° e 75° anno, ma in seguito l’elenco fu completato e vennero aggiunti altri 14 anniversari.


Ogni anniversario è associato ad un particolare materiale: il primo anniversario, ad esempio, è abbinato alla carta e poi si procede per ordine crescente di importanza dell’elemento abbinato all’anno di matrimonio.


Non esiste unanimità sugli abbinamenti tra materiale e anni di matrimonio e in base alle tradizioni locali alcune associazioni divergono. Noi abbiamo “sposato” una linea, ma tra parentesi sono indicati anche alcuni nomi alternativi. Quella che vi proponiamo ora è una tabella che per ogni anniversario descrive i possibili regali (il regalo legato alla tradizione, il regalo moderno, i fiori, le pietre ) e, dove richiesto, i confetti.