Matrimonio sostenibile: guida alle nozze sensibili all'ambiente

Da qualche tempo i giornali nostrani parlano della nuova tendenza ad organizzare matrimoni in stile eco-chic, con scelte che rispettino la natura dal catering alle bomboniere.


Negli USA questo trend è stato portato alla ribalta da Emily Anderson - esperta di design e party organizer per Martha Stewart - nel 2007, con il libro di consigli dedicati agli sposi "Eco-Chic Weddings: Simple Tips to Plan an Environmentally Friendly, Socially Responsible, Affordable, and Stylish Celebration". La stessa Anderson nel suo blog racconta che più che nozze verdi, le interessano le nozze sostenibili: i matrimoni che già durante le fasi organizzative rispettano ambiente ed economie locali. Gli sposi eco-chic, non sono quelli che ostentano le loro scelte green, ma quelli che nelle loro scelte esprimono il loro stile di vita e l'augurio di un futuro sostenibile per la propria famiglia e per gli invitati. Nel web si possono trovare molti consigli per organizzare un matrimonio eco-sensibile.



Foto: Vermont Wedding - Susan Stripling - greenweddingshoes.blogspot.com

Location, decorazioni e catering

La scelta della location è essenziale perché le nozze siano un inno alla natura. Innanzitutto, si devono evitare location molto lontane dal luogo in cui il matrimonio viene celebrato per non inquinare con i caroselli di auto che formano il corteo nuziale. Se non fosse possibile, si dovrebbero inventare soluzioni per inquinare il meno possibile (come ad esempio affittare un bus, magari elettrico). La scelta di un agriturismo, magari con annessa cascina, è poi perfetta per questa giornata. Decorazioni semplici come quelle che si possono vedere sull'interessantissimo blog Green Wedding Shoes sono molto adatte per rendere l'atmosfera country chic!



Foto: Vermont Wedding - Susan Stripling - greenweddingshoes.blogspot.com
Foto: Vermont Wedding - Leigh Miller - greenweddingshoes.blogspot.com


Le decorazioni floreali sono per lo più locali e si privilegiano fiori stagionali e decorazioni semplici. Bastano fiori di campo, rose e girasoli, che possono anche essere inseriti in vasi diversi tra loro, per abbellire la zona ricevimento in modo molto soft e accogliente.



Foto: Fiori - Sabine Scherer - Rufledblog

La scelta del menù va di conseguenza: non si deve rinunciare a niente, ma privilegiare prodotti locali e stagionali, riducendo il consumo di carne, insomma niente menù di pesce in Valle d'Aosta!



Foto: Fiori - Ken Kienow - Rufledblog

Bomboniere

Tra le infinite scelte possibili per le bomboniere, preferite oggetti non convenzionali, ma utili. Evocativa la scelta di candele, soprattutto per i matrimoni autunnali e invernali. Secondo Jennifer, del blog Earth Friendly Wedding le candele invitano ad entrare in un mondo confortevole, non c'è niente di più rilassante che accendere una candela in una notte invernale. Nella scelta della candela però occorre ricordare che molte di esse sono formate da paraffina, un derivato del petrolatum, connesso a problemi di salute e quindi inadatte ad essere accese in casa e dannose per l'ambiente, le alternative ecosostenibili sono: la cera d'api o di soia.



Foto: Candele - Beehive Candles - Earth friendly wedding

Un'altra idea di Jennifer sono i saponi fatti a mano, 100% naturali, personalizzati per l'occasione e inseriti in una graziosa confezione possono essere una valida alternativa, alcuni sono così belli che è quasi un peccato usarli.



Foto: Saponi - Dream Green Weddings - Earth friendly wedding

Ottima anche l'idea di regalare una piantina o dei semini per festeggiare la nascita di una nuova famiglia. O ancora, perché non donare un prodotto della propria terra? Miele, marmellate, liquori di produttori locali, meglio se bio, saranno perfetti!



Foto: Piantine - The magnolia Company - Paper Olive

A cura di Pasadena