3 idee originali per il brindisi degli sposi

L'idea di parlare in pubblico vi imbarazza? Ecco 3 idee alternative al classico discorso, per rendere speciale il vostro brindisi e coinvolgere tutti gli invitati!

Foto: Enrico Ferri Fotografo - Calcinato (BS)

Secondo il galateo, dovrebbe essere il padre della sposa a dedicare un brindisi alla figlia e alla coppia, subito dopo il taglio della torta, e dare così il via alle danze. Questo momento non è obbligatorio, ma regalerà un tocco di romanticismo in più al ricevimento. Dopo il breve discorso del padre della sposa, che può anche essere un semplice augurio agli sposi, potranno prendere la parola anche altri “candidati”, a cominciare dai testimoni.

In generale, il testimone dello sposo dovrebbe brindare alla sposa, e viceversa. Un brindisi degli sposi a questo punto è d’obbligo per ringraziare i genitori e tutti gli invitati.

Ma come si può rendere speciale questo momento senza farsi prendere dal timore di parlare in pubblico? Oltre a rispettare la regola base della brevità, e i quattro passaggi chiave di ogni discorso di nozze (in sintesi: presentazione, ringraziamenti, aneddoto e auguri per il futuro della coppia), ecco 3 suggerimenti per lasciare il segno.

 

Foto: Just Married Photo - Arezzo (AR)


1. Se l’idea di parlare in pubblico proprio non vi ispira, puntate sull’effetto sorpresa: prima di abbandonare il ricevimento, in anticipo sugli altri invitati come da tradizione, lasciate che a dire “grazie” a tutti siano tanti palloncini colorati, uno striscione appeso all’auto, un’insegna luminosa o dei fuochi artificiali a sorpresa. L’effetto “wow” è assicurato!

2. Il videomessaggio è sempre un’alternativa piacevole per ringraziare e intrattenere gli ospiti. L’idea più simpatica? Riprendete con il cellulare o la videocamera i momenti più impegnativi, faticosi e divertenti dei lunghi mesi di preparativi: montati in sequenza con una colonna sonora ritmata diventeranno un patchwork imperdibile… e un ricordo, per voi, destinato a durare per sempre.

3. Non è detto che il discorso degli sposi, o qualsiasi altro discorso che preceda il brindisi, debba essere per forza farina del vostro sacco. Una poesia o una breve lettura tratta da un’opera altrui possono essere un’alternativa elegante e “salvavita”. Potete anche affidarvi ad un duetto, con battute da leggere in coppia, magari tratte dalla sceneggiatura di un film o da una pièce teatrale. Purché tutto rientri nei canonici 2-3 minuti in cui l’attenzione del pubblico è assicurata.