Acconciature matrimonio: le pettinature degli invitati

Capelli mossi come vuole la moda di quest'anno o il classico chignon? Parrucchiere o fai-da-te? E i maschietti? Ecco qualche idea per fare centro!

Foto: da praisewedding.com

Quando si è invitati a un matrimonio, scegliere l'acconciatura giusta, per lei ma anche per lui, è una di quelle scelte a dir poco determinanti. Almeno quanto il vestito da mettere. Ecco allora il manuale di sopravvivenza nella disperata ricerca della giusta pettinatura. Cominciamo da lei.

Aiuti e pieghe
La prima mossa è già un bivio epocale: parrucchiere o fai-da-te? Nel primo caso, se ne avete uno di fiducia che conosce voi e i vostri gusti, il problema è già risolto almeno per metà. In caso contrario, un assistente è comunque fondamentale. Mamme, amiche, sorelle, perfino tutorial su Youtube saranno i vostri migliori alleati.

Se avete i capelli lunghi, la prima base da cui partire è una bella piega. Usate quindi prima phon e spazzola e poi definite l’acconciatura con una piastra o un arricciacapelli se preferite le onde morbide.

Coda bassa e semiraccolti
A questo punto, però, è arrivato il momento di raccoglierli: la coda bassa, tornata di moda da un paio d'anni, può essere la scelta giusta, elegante e chic. Se avete deciso di giocare il ruolo dell'invitata riservata, potete anche ricorrere a bandeaux laterali raccolti a torchon leggeri, come a formare una coroncina, magari aiutandovi con delle mollette con brillanti. E, in generale, puntare sui capelli semiraccolti.

 

Foto: da ruffledblog.com; abito Aire Barcelona 2015

 

Operazione nostalgia
Un classico, poi, è l'acconciatura a nodo, soprattutto per chi ha i capelli lunghi e ricci, magari realizzata lateralmente. Se volete stupire tutti con un tocco fashion, un'idea può essere quella di ricorrere alla coda di cavallo alta e al ciuffo anni '80. Se siete indecise, andate sul sicuro e puntate sullo chignon.

 

Foto: da aweddinghair.com e brit.com