Vestito da cerimonia corto al matrimonio? Come fare un figurone!

Spunti e idee dalle ultime tendenze e dai matrimoni vip per scegliere il giusto abito da cerimonia corto.

Foto: Asos.com

Hai visto le foto delle nozze vip di Melissa Satta e Kevin Prince Boateng? O quelle di Flavia Pennetta e Fabio Fognini? Moltissime invitate, quest’anno, hanno optato per l’abito da cerimonia corto. Se anche tu vuoi fare lo stesso, eccoti qualche dritta utile.

Vestito da cerimonia corto, come e quando.
Gli abiti da cerimonia corti sono studiati per mettere in evidenza le gambe. Ma questo non significa che possono permetterseli solo le modelle alte un metro e ottanta.

L’importante è che le tue gambe siano toniche, proporzionate e soprattutto ben curate. Pelle liscia come seta e una leggera abbronzatura - vera o “regalata” da lozioni autoabbronzanti o creme CC per il corpo – sono un obbligo se decidi di accorciare l’orlo. Ma non esagerare: la lunghezza minima consentita per l’occasione è di 20 cm sopra il ginocchio.

IL CONSIGLIO IN PIU’.
Vorresti sfoggiare gambe da fitness addicted, ma ultimamente hai saltato un po’ troppo spesso la palestra? In vista del matrimonio, allenati tutti i giorni salendo e scendendo da un gradino in punta di piedi: i tuoi polpacci cambieranno subito aspetto.

 

Abito asimmetrico per slanciare.
Se vuoi apparire più alta, punta sui tagli obliqui (oltre che su un bel paio di tacchi). Oppure, in alternativa, scegli un abito dall’orlo dritto ma tagliato visivamente in diagonale da colori a contrasto, in stile color block.

IL CONSIGLIO IN PIU’.
Per regalarti centimetri extra, scegli una scollatura a V, accessori piccoli e sperimenta un’acconciatura raccolta a tutto volume.

Foto: Lulus.com

Foto: Drexcode.com; Jjshouse.com; Roncasposi - Verona

 

La linea… della vita.
No, non parliamo di quella tracciata sulla mano, ma del tuo punto vita! Se Madre Natura ti ha dotata del classico “vitino da vespa”, sottolinealo scegliendo un modello anni Cinquanta con vita stretta e gonna svasata. Al contrario, se vuoi nascondere quel “rotolino di troppo”, punta su un abito corto ad anfora o a trapezio, magari con una scollatura all’americana che, mettendo in risalto le spalle, distoglie l’attenzione dalla zona “critica”.

IL CONSIGLIO IN PIU’.
Vuoi assottigliare il punto vita in tempi super-rapidi? Via libera a infusi e tisane drenanti e antigonfiore, abbinate a rotazioni del busto a gambe allargate, meglio se con un’asta sulle spalle per controllare la postura della schiena.

 

Foto: Asos.com; Luisa Spagnoli

 

Calze, si o no?
In piena estate si può tranquillamente soprassedere: nessuno indosserebbe i collant con temperature sopra ai 30 gradi. E sicuramente un po’ di tintarella giocherà a tuo favore. In primavera e a settembre, invece, dipende da te: le calze trasparenti sono d’obbligo per le cerimonie di rango e con le scarpe chiuse, ma se scegli un paio di sandali aperti sono vietatissime.

IL CONSIGLIO IN PIU’.
Hai mai sentito parlare dei “collant spray”? Si tratta di prodotti cosmetici formulati per aderire uniformemente alla gamba, donandole un aspetto uniforme e un colorito sano per diverse ore. Ancora poco diffusi in Italia (ma gettonatissimi in Usa e Giappone), non macchiano e si rimuovono con acqua e detergente neutro esattamente come un normale fondotinta. Da provare!