Anello di fidanzamento? 10 cose da non dimenticare prima di comprarlo

Ci sono scelte che durano per sempre, e l’anello di fidanzamento è una di queste. Allo sposo spetta il compito di azzeccare modello, stile e taglia dell’anello perfetto. Ecco alcuni consigli...

Foto: dal sito femside.com

Ci sono scelte che durano per sempre, e l’anello di fidanzamento è una di queste. Considerando che la futura sposa dovrebbe essere all’oscuro di tutto, allo sposo spetta il compito di azzeccare modello, stile e taglia dell’anello perfetto in totale autonomia, magari con l’aiuto di qualche consiglio da professionisti. Come questi.

1. Se si è in dubbio sulla taglia dell’anello, meglio sceglierne una taglia più grande che una più piccola: restringere un anello è più semplice (e meno costoso) che allargarlo.

2. L’anello giusto dovrà abbinarsi alla perfezione alle fedi: è il caso di scegliere una gioielleria che possa realizzarli entrambi, magari con la stessa personalizzazione.

3. Lei sogna il classico solitario? Per ridurre i costi senza rinunciare all’effetto-wow si può puntare sui diamanti di laboratorio, che generalmente costano il 5-10% in meno rispetto a quelli di miniera.

Foto: anello di fidanzamento d'oro di Tiffany; anello d'oro rosa di Cartier

 

4. L’oro giallo tende a modificare la tonalità del diamante, facendolo apparire giallognolo. Se lei ama questo metallo, meglio optare per un altro tipo di gemma, ad esempio un rubino o uno smeraldo.

5. Prestare attenzione ai suoi gusti è fondamentale per scegliere l’anello giusto. Occhio quindi ai gioielli che già possiede o che guarda in vetrina, ma anche al suo stile in fatto di abbigliamento.