Fedi nuziali: classiche o alternative?

La fede nuziale è il simbolo per eccellenza del matrimonio. Ogni giorno, dopo averla indossata, basterà uno sguardo all’anulare per rivivere l’emozione di quella promessa. Ma come scegliere quella giusta? Il primo passaggio è capire se siete una coppia classica o alternativa. Vediamo insieme cosa significa.

 

Fedi classiche. Si fa presto a dire “fede”. Anche restando nel segno della tradizione, le fedi classiche possono essere di diversi tipi e materiali. Tondeggianti e smussate, semplici senza pietre, in classico oro giallo, ma anche sottili francesine, leggermente bombate all’esterno e piatte all’interno, magari arricchite con uno o più diamanti.

Senza contare le tradizioni regionali più antiche, ma ancora attuali: si va dalla fede Sarda, lavorata con un motivo in pizzo detto “chiacchierino”, a quella etrusca, piatta e decorata con scritte beneauguranti per gli sposi; c'è poi quella umbra, una vera d'argento con parole scritte al suo interno, e quella mantovana, più alta, pesante e satinata.

Foto: Fedi classiche Mirus Preziosi

La scelta del materiale resta sempre fondamentale: parliamo di un gioiello destinato a durare senza alterazioni nel tempo, mantenendo intatta  (letteralmente!) la luce del primo giorno. Platino e titanio, in questo, sono i metalli insuperabili (e più preziosi): non cambiano nel tempo, sono anallergici, non si ossidano, rimangono perfettamente inalterati.

Ma se volete essere tradizionali fino in fondo, è l’oro la materia preziosa su cui dovete puntare: giallo, bianco oppure rosa è una scelta sicura per non sbagliare.

Sfoglia le collezioni di fedi nuziali