Fedi nuziali: in oro bianco o in platino?

 

L’oro bianco, da non confondere con il platino, è una lega composta al 75 per cento da oro e per il restante 25 per cento da nichel, argento o palladio. Invece il platino è un metallo esistente come tale in natura, ancora più prezioso dell’oro.

 

Le fedi in platino sono rare perché costose, mentre quelle in oro bianco stanno soppiantando le classiche in oro giallo. Questione di moda e di gusti. Va detto che gli anelli in oro bianco sono più delicati riguardo alla manutenzione poiché tendono a opacizzarsi e a ingiallire con il tempo.

 

Perciò, ogni 2-3 anni andrebbero riportati al gioielliere per la rodiatura, cioè per l’applicazione di un sottile strato di rodio (a sua volta metallo preziosissimo) che conferisce la caratteristica brillantezza. Se la fede è in platino, invece,: andrà solo lucidata di tanto in tanto.

 

 

 

 

1 - Stroili Oro in oro bianco, 399 euro cad. 2 – Fede in oro bianco con brillante interno, Artlinea, 350 euro 3 – Doppia Unione è la coppia di fedi a lavorazione laterale di Eros Comin. Anche in versione bicolore,  750 euro cad. 4 -Di Damiani la fede in platino con brillante interno, 940 euro.  5 – Super leggere di Polello in oro bianco con brillantino per lei e liscia per lui, rispettivamente 630 e 574 euro 6 – In oro bianco, Comete, 345 euro cad. 7 e 8 – Fede in platino con pavé di brillanti e in platino liscia per lui, collezione Cartier d’Amour di Cartier, prezzi su richiesta.