I gioielli per la sposa a seconda dell'acconciatura e del decollète

Che gioiello indossare con l’abito da sposa? Probabilmente sarà l’ultimo dei pensieri nel tourbillon delle decisioni da prendere in vista del gran giorno, ma resta pur sempre un pensiero.

 


Foto: Abiti Yolan Cris collezione 2013: Heavenly Sisters e  Mademoiselle Vintage

Esclusi anelli e braccialetti, che non si portano per lasciare alla sola fede il ruolo di protagonista, come scegliere il gioiello giusto?

Tra la collanina di perle molto bon ton e gli orecchini chandelier molto vistosi? Tra la parure e il punto luce? Vi diamo noi qualche dritta per brillare, letteralmente, il giorno del Sì (e anche dopo).

Vero o falso? Dopo anni di bijoux e brillocchi formato XXL anche per la sposa, la tendenza 2013 segnala il ritorno del gioiello: piccolo, semplice, discreto, ma vero. La parure, anche se vera, è da evitare (ciò vale sempre, a meno che siano gioielli da red carpet): fa tanto prima comunione.

Orecchini o collana? La scelta dipende soprattutto dall’abito e dall’acconciatura.

Il collier completa il vestito molto scollato, gli orecchini esaltano il viso se si sceglie la pettinatura raccolta. Meglio puntare su un solo gioiello, per evitare l’effetto madonna di Lourdes.

Ma se il vestito è tempestato di perle, Swarovski e cristalli, qualsiasi addobbo ulteriore può essere eccessivo: sia la collana sia gli orecchini si confonderebbero in un unico luccichio. 

 

Per chiarirvi le idee vi proponiamo la nostra preziosa gallery suddivisa in base all’abito e all’acconciatura.