Confettata: tipologie confetti e presentazione

C’era una volta il semplice confetto bianco. Alla mandorla, o al cioccolato per i più trasgressivi.



Foto: Co & Co confetti

Portato a spasso dai futuri sposi con le partecipazioni, infilato nelle bomboniere, offerto agli invitati in fase di commiato… sempre presente, ma mai protagonista.

 

Finché non è arrivata la confettata: un vero e proprio allestimento a tema che segna l’ultima tappa del ricevimento, una cascata di confetti e confettini, dolcetti, caramelle, bon bon per la gioia degli occhi e dei golosi.

 

 

Foto: Al Confetto

 

 

 

 

Tipologie confetti e stile

 

Cominciamo dall’aspetto. Lo stile e i colori sono tendenzialmente gli stessi che hanno fatto da fil rouge alle nozze, ma si può anche scegliere di stupire cambiando totalmente e proponendo, ad esempio, una confettata dall’effetto vintage (colori sabbiati, barattoli di vetro, allure da negozio di dolci d’altri tempi) dopo un pranzo minimal e moderno. I colori caramella restano comunque i più richiesti: arancione vitaminico, verde lime, rosa corallo, giallo sole allestiscono gioiosamente la tavola dedicata ai confetti e danno il via libera alla fantasia.

 

Che si può esprimere nella scelta dei gusti grazie ad una varietà sorprendente. Sono almeno 42 i tipi di confetti oggi disponibili: dal babà al limoncello, passando per ricotta e pere, caramella mou e wafer. Quanti proporne? Per non esagerare e confondere gli ospiti, si può optare per sei-otto tipi di confetti. Mezzo chilo ciascuno è la quantità consigliata per 200 invitati, dunque potrete tararvi di conseguenza.

 

Scegliere il ripieno in base alla stagione delle nozze può essere un buon criterio: sicuramente il confetto all’anguria sarà più apprezzato di quello alla castagna sotto il sole di luglio.

 

Indispensabili i cartellini segna-gusto, preparati con lo stesso stile di quelli al tavolo e sul tableau marriage, il più possibile fissi ed evidenti per evitare che vadano persi. Non serviranno indicazioni, invece, per i vari marshmallows, lecca-lecca, cup cakes e biscotti glassati che sempre più spesso arricchiscono la confettata trasformandola nel paradiso del dolce (e dei dentisti!).

 

 

 

Foto: Confettata d'arte