Confetti: quali scegliere e come presentarli

Gusti, forme, colori ma anche confezioni e presentazione finale: sono tante le scelte da fare in relazione ai confetti. Vi diamo alcuni consigli sulle tipologie di questo semplice protagonista e su come offrirlo ai vostri ospiti

La Grande “Confettata”

L'oscar per il miglior attore non protagonista del matrimonio lo assegniamo al confetto, il dolcetto dato agli invitati insieme alla bomboniera a ricordo dell'evento, ma non solo.

Si tratta, infatti, di un prodotto molto goloso e ultimamente si è andati oltre il mero aspetto commemorativo, dando spazio anche a quello più “buono”, grazie soprattutto all'inventiva dei maestri pasticceri, che si sono cimentati con gusti e forme sempre più curiose, tanto che molti sposi, oltre al buffet dei dolci, hanno iniziato a pensare anche ad un tavolo di soli confetti, la cosiddetta confettata.

Ma procediamo per ordine.

 

Confetto, come ti voglio?

Il confetto è con la mandorla e bianco, ma, come dicevamo, oggi si può spaziare tra mille gusti e colori.

Il consiglio, quindi, è di comprare una rassicurante quantità di confetti classici, giusto per rispettare la tradizione, ma poi date libero sfogo alla vostra fantasia in modo da esaltare le papille gustative dei vostri invitati: cioccolato, pistacchio, nocciola, cannella, fragola, arancia...

 

Gusti e colori particolari sono, dunque, i benvenuti, ma anche la forma può riservare delle piacevoli sorprese. Se la tradizione consiglia la forma ovale o al massimo sferica, la festa contemporanea richiede invece estrosità e originalità.