Velo da sposa: le ultime tendenze

Il velo è uno degli accessori al quale molte spose non riescono a rinunciare ma per poterlo scegliere bisogna innanzitutto imparare a riconoscere le diverse tipologie e le loro caratteristiche.

Foto: velo sposa dalla collezione Demetrios 2015

Dopo anni di scomparsa o quasi dalle scene nuziali, il velo da sposa è tornato di grande attualità. E se indossarlo richiede una certa “manualità” (leggi quali sono i gesti giusti), sceglierlo impone altrettanto impegno. Innanzitutto bisogna imparare a riconoscere le tipologie di velo e le loro caratteristiche. Qualche esempio? Il modello a cascata va bene con i capelli lunghi ma non con quelli corti; il velo calato sul viso non si addice al rito civile. La lunghezza va poi proporzionata alla solennità del rito.
E la moda cosa dice?

Il protagonista assoluto per l’autunno e l’inverno 2014/2015 è il pizzo: più è ricco ed elaborato, più piace agli stilisti. Non parliamo, però, di pizzo all-over: può trattarsi piuttosto di un bordo che profila l’intera lunghezza del velo, oppure solo la fascia che cinge la fronte, per un effetto a metà strada tra bandana e mantilla spagnola.

 

Foto: velo lungo con bordo in pizzo di Alberta Ferretti 2015; velo in pizzo in stile bandana modello Canela di Rosa Clarà 2015

 

Se il risultato vi sembra troppo barocco, potete puntare sulla semplicità assoluta del tulle, altrettanto sfoggiata in passerella: l’unica concessione al minimalismo postmoderno è un sottile profilo di raso a definire i contorni del velo.

 

Foto: velo con i bordi in raso di Pronovias 2015