I voti nuziali: le formule da recitare nel matrimonio religioso e civile

I Voti nuziali

Le formule “fisse” e “variabili” nel matrimonio cattolico e in quello civile

Uno dei momenti più emozionanti delle nozze è senza ombra di dubbio quello in cui gli sposi pronunciano il fatidico “Si”. Esistono, però, diversi modi per dire: “Si, lo voglio”.

Nella religione cattolica, ad esempio, il rito del matrimonio prevede tre tipologie di voti nuziali tra cui scegliere:

 

PRIMA FORMA

Lo sposo si rivolge alla sposa con queste parole:

Io [nome sposo] accolgo te, [nome sposa], come mia sposa.
Con la grazia di Cristo
prometto di esserti fedele sempre,
nella gioia e nel dolore,
nella salute e nella malattia,
e di amarti e onorarti
tutti i giorni della mia vita.

La sposa si rivolge allo sposo con queste parole:

Io [nome sposa], accolgo te, [nome sposo], come mio sposo.
Con la grazia di Cristo
prometto di esserti fedele sempre,
nella gioia e nel dolore,
nella salute e nella malattia,
e di amarti e onorarti
tutti i giorni della mia vita.