Un matrimonio elegante e sfarzoso dal rito ebraico

Il matrimonio di Alexandra e Simon è lo spunto per raccontare il rito del matrimonio ebraico. Tutto quello che c’è da sapere, significati e curiosità (anche di una storia d’amore che sembra uscita da un film...)


Foto di Michele Dell’Utri

- di Marianna Peluso/foto di Michele Dell’Utri

 

Come si dice “amore” in aramaico?

Parigi. Interno del ristorante La Maison Blanche. Scena 1. Ciak si gira.

Lei: «Se mi porti qui per il mio compleanno, cosa farai quando mi chiederai di sposarti?»

Lui: «Ecco, a tal proposito… mi vuoi sposare?» Zoom sulla scatolina vellutata che si apre, lanciando bagliori bianchi e luminosi in tutta la sala. Sembra un film, invece è solo l’inizio della storia tra Simon e Alexandra.

Un anno di preparativi, per una festa da 1000 e una notte (con 500 invitati presenti).
Il rito? Ebraico.

 


Foto
di Michele Dell’Utri

Per prepararsi al rito nuziale, così come il matrimonio cristiano richiede la partecipazione a un corso prematrimoniale, allo stesso modo prima del matrimonio ebraico è necessario frequentare un corso organizzato dalla comunità ebraica per preparare i futuri sposi sul diritto matrimoniale ebraico e sul significato del rito.

Luogo destinato alla celebrazione: la sinagoga.

 


Foto
di Michele Dell’Utri