Destination Wedding

Inizia ad arrivare il freddo che ci introduce all’inverno e certamente a qualcuno piace l’idea di sposarsi “altrove”, in un luogo caldo e dai paesaggi paradisiaci dove poi poter trascorrere anche la luna di miele.


Inizia ad arrivare il freddo che ci introduce all’inverno e certamente a qualcuno piace l’idea di sposarsi “altrove”, in un luogo caldo e dai paesaggi paradisiaci dove poi poter trascorrere anche la luna di miele.
Non mancano scelte romantiche, come quella di ambientare il matrimonio in dimore storiche, così come non mancano scelte più stravaganti riguardo la meta: Las Vegas, isole Hawaii, Disneyland! Che ne pensate poi di un matrimonio in crociera?!

Il “destination wedding”, ovvero il celebrare il proprio matrimonio in un Paese diverso da quello in cui si vive, può essere un evento particolare e memorabile, ma può anche creare parecchi problemi durante la sua organizzazione.

I familiari e gli amici degli sposi invitati al matrimonio sono presenti non solo per il piacere di condividere un momento così importante per la coppia, ma anche per testimoniare la cerimonia. Certamente potranno anche loro cogliere l’occasione per fare una piccola vacanza a cavallo del matrimonio stesso!

Naturalmente prima che la coppia fissi il viaggio, la sistemazione per sé e per gli ospiti, il servizio catering è necessario assicurarsi che tutti i dettagli legali e burocratici siano stati risolti poiché le difficoltà che si possono incontrare sono molte, comprese le barriere che possono derivare dalla diversa lingua parlata o dalle consuetudini specifiche.

Ogni Paese ha infatti una sua propria regolamentazione in merito al matrimonio, soprattutto in merito al matrimonio dei non residenti. Bisogna sempre verificare e informarsi ed un buon modo di farlo è quello di contattare l’ambasciata o il consolato del Paese in cui si intende sposarsi.

In caso il desiderio degli sposi fosse quello di sposarsi in crociera, è bene sapere che contrariamente a quanto si vede nei film, il capitano della nave non ha la facoltà di sposare le coppie (a meno che non sia anche un ministro di culto!).
In alternativa, nei lunghi viaggi potrebbe essere presente a bordo un cappellano: è bene informarsi che abbia l’autorità per celebrare i matrimoni.
Un sacerdote scelto dagli sposi potrà accompagnare la coppia se questa vuole sposarsi a bordo, bisogna però assicurarsi che abbia la necessaria autorità per celebrare nel luogo in cui attracca la nave.


Organizza il tuo matrimonio

Ristoranti, ville, abiti da sposa, fotografi...
Cosa: 
Dove: 
SEGUICI SU...