Destinazione matrimonio: a piedi, in auto o su due ruote?

A piedi, in auto o su due ruote? Come scegliere il mezzo di trasporto più adatto per portare la sposa al matrimonio e, in seguito, far arrivare gli sposi al ricevimento.

Foto: Anze Godec Photography - Trieste

Tra le tante voci che compongono l’organizzazione di un matrimonio, quella dei mezzi di trasporto per gli spostamenti è tra le più complesse e articolate. Ecco qualche suggerimento per gestire al meglio la “logistica” del sì.

Romantici a piedi
Ai tempi delle nostre nonne, il corteo nuziale a piedi era la normalità. Poi con l’espansione urbanistica di paesi e città è diventata un’opzione tecnicamente impraticabile, se non per poche fortunate residenti vicino alla chiesa prescelta.

Le nozze nei romantici borghi di campagna o sul mare, però, hanno riportato in auge questa usanza suggestiva… e relativamente semplice: per organizzare il corteo nuziale perfetto basta indossare un paio di scarpe comode (soprattutto in caso di salite, gradini o acciottolati), dotarsi di qualche damigella e, volendo, rendere più personale il percorso con decorazioni floreali e petali bianchi.

 

Foto: Ideal Foto - Verona

 

Glamour in automobile
Raggiungere la chiesa o il municipio in macchina
è la scelta più frequente e gettonata. In questo caso, ovviamente, vanno previsti due veicoli, uno per la sposa e uno per lo sposo. L’ideale è che siano coordinati (auto d’epoca, berline, minicar ecc): al gusto degli sposi (e soprattutto di quelli appassionati di motori) troveranno risposta infinite possibilità sia in prestito tra amici e conoscenti che a noleggio. Il costo, però, può variare sensibilmente: se scegliete una limousine o una supercar, valutate se utilizzarla solo per l’arrivo alla cerimonia o anche per lo spostamento al rinfresco, con conseguenti ore di affitto aggiuntive.

 

Foto: Andrea Bianco Fotografo - Montalto Uffugo (CS)

 

Alternativi su due ruote
Se siete allergici al conformismo e volete sentirvi come in un film, le soluzioni non mancano: potete scegliere di saltare in sella a una bicicletta, un tandem, una moto o perfino un sidecar.

In tutti i casi, questi mezzi di trasporto originali vanno usati dagli sposi insieme, all’uscita dalla cerimonia: per l’arrivo dovrete pensare ad una soluzione alternativa.

Se però il vostro animo green non consente deroghe, procuratevi due eleganti biciclette bianche dal sapore vintage, decorate per l’occasione: potrete partire fianco a fianco verso il vostro futuro.

E se il rinfresco non è esattamente dietro l’angolo, niente paura: dopo la pedalata a favore di fotografi e invitati, fermate le ruote in un luogo sicuro e montate in macchina (magari quella usata all’arrivo). Avrete tempo per macinare altri chilometri…