Album di Nozze: classico o fotolibro

Tradizione e modernità a confronto e comunque vada sarà un successo, l'importante è stampare.

In un mondo diviso tra smartphone, tablet, pc e macchine fotografiche digitali e in cui la fotografia, intesa come immagine stampata da pellicola su supporto cartaceo, è ormai un reperto archeologico, che neanche l’alieno del celeberrimo “Ciribiribì Kodak”, ma per ricordarlo dovreste avere più di trent'anni, il matrimonio è uno dei pochi eventi che ancora concede un momento di gloria alle vetuste, quanto affascinanti, “foto”.

Un tempo era normale portare i rullini delle vacanze dal fotografo e guardare poi le foto con gli amici, oggi, invece, al massimo si connette il pc al tv e si guardano le immagini sul grande schermo. Ma volete mettere la bellezza di prendere tra le mani le foto, stando ben attenti a non rovinarle? E con questa considerazione, il momento nostalgia è completo.

Ecco, tra i tanti pregi del matrimonio c’è anche l'aver salvato dall'estinzione le care e vecchie foto e i relativi album per conservarle, altro che schede di memoria o hard disk esterni.

In questo caso, però, non siamo qui a consigliarvi un fotografo o delle tipologie di scatti in particolare, ma ci concentreremo sugli album di foto da sfogliare.

Quando si parla di album di nozze, di solito si fa riferimento a due modelli:

- Classico
- Fotolibro