Fast wedding: 5 dritte per organizzare un matrimonio in pochi mesi

 

Colpo di fulmine o bebè in arrivo? O magari un trasferimento improvviso? Qualunque sia il motivo, organizzare un matrimonio in pochi mesi non è una passeggiata. Il tempo a disposizione è talmente poco che è assolutamente vietato sprecarlo! Ecco come ottimizzare risorse ed energie con l’aiuto degli esperti e delle nuove tecnologie.

  1. Stabilite le vostre priorità. In due o tre mesi non si può organizzare un matrimonio principesco da mille invitati: di questo è meglio farsi subito una ragione. Concentratevi, quindi, su pochi aspetti salienti: se per voi la cerimonia è tutto, non impazzite nella ricerca della location, e viceversa. E ancora: preferite dedicare più tempo alla ricerca di un flower designer o di una band per l’intrattenimento musicale? Individuate 3-4 punti chiave e stabilite di dedicare agli altri particolari meno energie.

  2. Calcolate un budget preciso. È inutile perdere tempo a cercare fornitori, abiti o location per il ricevimento che poi, a conti fatti, possono rivelarsi troppo costosi. Per partire con un’idea certa di quanto potrete spendere (e quindi procedere ad una prima veloce scrematura delle soluzioni a disposizione) è sufficiente un foglio di calcolo Excel: in Rete se ne trovano molti a disposizione gratuitamente, adatti anche a chi ha poca dimestichezza con il programma e personalizzabili in base alle proprie esigenze.
  3. Create un calendario digitale (meglio se di gruppo). Considerando che l’unione fa la forza, per riuscire nell’impresa di organizzare un matrimonio in pochi mesi – all’incirca da 6 in giù – avrete bisogno di delegare diversi compiti a due o tre persone fidate. In questo caso è indispensabile creare un planning mensile con scadenze e incombenze individuali, in modo che nessuno dimentichi nulla. Il modo più rapido ed economico per farlo è usare strumenti digitali gratuiti come Google Calendar e simili.

  4. Apritevi a soluzioni alternative. Se il tempo è poco, bisogna saper lavorare di fantasia per uscire dai soliti schemi. Voi o i vostri genitori avete a disposizione una casa con un grande giardino? Nella stagione estiva può essere la location ideale per il rinfresco, senza il problema delle date già prenotate. Se non avete problemi di budget, poi, online si trovano centinaia di offerte alla voce “matrimonio all inclusive”, che offrono location e catering più servizio di wedding planner, addobbi floreali, musica, fotografo e auto per gli sposi. In questo caso dovrete pensare solo alla cerimonia (ma in alcuni casi si può celebrare anche in loco).

  5. L’abito da sposa? Si trova in un’App. Sono sempre più numerose le griffes che offrono servizi salva tempo per le future spose dotate di smartphone e di una connessione internet. Si va dai lookbook consultabili sui device alla geolocalizzazione per trovare il modello scelto nell’atelier più vicino, all’opzione “camerino virtuale” per individuare l’abito più adatto alle proprie forme e alla propria fisicità. E poi ci sono le applicazioni per disegnare l’abito dei propri sogni in ogni dettaglio, come CreateShake, utile se avete una sarta di fiducia o se volete presentarvi in atelier con un riferimento certo. E c’è anche la versione per disegnare la propria wedding cake! Non resta che prendersi una serata libera, e andare a caccia nell’App store…