Preparativi di nozze: gli outfit per la futura sposa

Per il giorno del sì hai già tutto chiaro in mente. Ma ti sei mai chiesta cosa indossare per i momenti speciali che lo precedono? Ecco qualche consiglio di stile per essere impeccabile in ogni momento

Foto: George Clooney e Amal Alamuddin il giorno della promessa

La firma del consenso. Chiamata anche promessa di matrimonio o giuramento di matrimonio, si effettua in Comune davanti ad almeno un testimone ed è indispensabile sia per il matrimonio civile che per quello religioso. Sulla carta si tratta di una formalità, ma in realtà si tratta comunque di un momento importante, a cui presentarsi con un abbigliamento curato, ma non eccessivo. Niente abito lungo, insomma, ma nemmeno leggings e scarpe da running: l’ideale può essere un completo spezzato (gonna o pantalone in tinta unita e blusa fantasia), accessoriato con scarpe décolleté e borsa tote da giorno.

Foto: Completi spezzati su Zalando

La consegna delle partecipazioni. Se avete deciso di radunare gli amici più stretti per consegnare le partecipazioni nel corso di una cena o un aperitivo, il dress code deve essere adeguato all’occasione: sì all’abito da cocktail colorato, ma anche a jeans e top se resi glamour da una giacca over o da un chiodo in pelle. E non dimenticare i tacchi!

Le prove tecniche. Quelle dell’abito da sposa, innanzitutto: oltre alla lingerie e alle scarpe adatte, ricordati di indossare un capo comodo da sfilare, come ad esempio un abito chemisier allacciato davanti. Per la prova del make up e dell’acconciatura, invece, scegli una maglia bianca o comunque di colore simile a quello dell’abito, in modo da poter valutare meglio il colpo d’occhio finale. Se poi vuoi approfittare di trucco e parrucco per una serata fuori, evita capi da sfilare dalla testa… pena il crollo immediato del lavoro di parrucchiera e truccatrice.

Foto: Abiti chemisier su Asos

La visita in fiera. Altro appuntamento clou per pianificare i preparativi (ma anche per entrare nel mood giusto), richiede abbigliamento casual – ma niente tuta! – e soprattutto scarpe basse. La dritta in più? Portati un piccolo trolley per trasportare tutto il materiale raccolto senza distruggere spalle e schiena: l’effetto urban chic è assicurato.

L’addio al nubilato. È il momento glam per eccellenza. Quindi, a meno che le tue amiche non abbiano organizzato un weekend in campagna – nel qual caso puoi ispirarti allo stile bucolico ma chic della principessa Kate in versione cavallerizza – è il momento di brillare come la vera regina della festa! Paillettes, bagliori metallici, abiti dalla linea a sirena ma anche sexy jumpsuites e giacche tuxedo indossate a pelle: la scelta è ampia, ma attenta a non cadere nella volgarità: trucco e accessori vanno calibrati in base al resto, e lo stesso vale per scollature, spacchi & Co: un solo dettaglio è cool, dieci insieme sono irrimediabilmente out!