Proposta di nozze da film? Fai come le star!

Foto: da Wedding Love

Le Olimpiadi di Rio si sono concluse da poco, ma tutti abbiamo ancora negli occhi le immagini romantiche e commuoventi della proposta di matrimonio dal tuffatore cinese Qin Kai alla collega He Zi. Quel “vuoi sposarmi?” pronunciato in mondovisione, con tanto di anello e ginocchia a terra, ha emozionato gli spettatori e fatto riflettere quanti considerano questo gesto una consuetudine del passato. Perché in quei pochi istanti si concentrano tutto l’amore, la fiducia e le speranze per il futuro che rendono due innamorati tanto unici.

È giusto preoccuparsi di come rendere ancora più speciale un momento così intimo? Assolutamente sì. E per fortuna non è indispensabile portare al collo una medaglia olimpica: basta ascoltare il proprio cuore per trovare la giusta ispirazione. Magari seguendo le orme di predecessori illustri.

Foto: da outdoorblog.it

Will Smith, semplice e informale. Fin dai tempi ormai lontani di Willy, il principe di Bel-Air, l’attore americano si contraddistingue per la simpatia trascinante. La sua proposta di matrimonio alla moglie Jada Pinkett è andata di conseguenza. «Eravamo a letto – ha raccontato alla rivista People -. L'ho guardata e ho detto "Hey, saremmo davvero bravi da sposati. Che ne dici, Vuoi sposarmi?" Così. Per niente programmato. Nessun anello. Niente proposta classica. E lei ha detto subito sì. Quando vivi una vita come la nostra, la semplicità è il vero gioiello». Romantico, senza fronzoli.

Brad Pitt, il family man. Per farsi sposare dalla compagna Angelina Jolie, l’eterno sex symbol si è affidato ai suoi gioielli più preziosi, i sei figli, chiedendo a loro di fare da testimoni per la consegna dello strepitoso anello – valore, 500 mila dollari - disegnato da lui stesso. Angelina ha pianto e sorriso, stretta in un affollato abbraccio di famiglia. E ovviamente ha detto sì.

George Clooney, il casalingo. Per convincere (si fa per dire!) la splendida Amal Alamuddin a diventare sua moglie, l’attore ha scelto ancora una volta la discrezione: cena casalinga a lume di candela, preparata – giura – con le sue mani, e al momento del dolce la fatidica scatoletta nascosta sotto il tovagliolo. Poche parole, molti sguardi. What else?

Kanye West, l’esagerato. Nell'ottobre del 2013, a San Francisco, è andata in scena una delle proposte di matrimonio più eclatanti di tutti i tempi. Il rapper multimilionario, per chiedere la mano di Kim Kardashian, ha affittato l'intero stadio da baseball AT&T Park, con tanto di orchestra di 50 elementi che suonava «Young and Beautiful» di Lana Del Rey. Timidi astenersi.

Foto da: dailymail.co.uk

Seal, il fantasioso. Un elicottero, un igloo, un letto cosparso di petali di rose affacciato sulle Canadian Rockies. Sembra il set di un film d’azione, invece è la scenografia predisposta dal cantante londinese per farsi sposare dalla supermodella Heidi Klum. Ad alto tasso di adrenalina.

Jack Hyer, lo stakanovista. Probabilmente il suo nome non vi dirà nulla. Perché questo (ex) ragazzo di Whitefish, USA, non è certamente una star, ma ha comunque conquistato il web con una proposta di matrimonio (pubblicata su Youtube) da Guinness dei Primati: 4 anni, 500 mila chilometri e 26 Paesi per registrare gli spezzoni del video con cui chiedere in moglie la fidanzata Rebecca. Un’impresa straordinaria, che ha valso alla coppia un viaggio di nozze omaggio offerto dall’ente del turismo del Belize, una delle tappe del viaggio. Quando si dice il coraggio di osare…