Alla scoperta della Thailandia con Emirates: l'itinerario


Foto: Bangkok

1° giorno: Bangkok

Visita al Wat Pho, il monastero Buddista più antico della città e che custodisce una gigantesca statua del Buddha reclinato, lunga ben 46 metri.  Una volta attraversato il Fiume Chao Praya potrete raggiungere il famoso Wat Arun, il Tempio dell’Aurora, simbolo di Bangkok. Sempre il primo giorno potrete andare a vedere anche il Wat Benjamabophit (Tempio di Marmo,) considerato come la più alta espressione artistica della città. 

 

2° giorno: Bangkok – Ayuttaya – Phitsanuloke

 

 

Foto: Wat Mahathat

Da Bangkok potrete dirigervi ad Ayuttaya, dove si trovano le celebri rovine che costituirono la capitale dei Re del Siam per oltre quattrocento anni. Qui potrete visitare i templi Wat Chai Wattanaram e il Wat Sri Samphet. A Phitsanuloke, invece, rimarrete affascinati dal tempio Wat Mahathat, uno dei maggiori luoghi sacri della Thailandia, al cui interno si trova la copia originale della sacra statua del Buddha "Chinnarat". Da Phitsanuloke si raggiunge Sukhothai, antica capitale del Siam.

3° e 4° giorno: Sukhothai – Chiang Mai

 

 

Foto: Parco Storico di Sukhothai

Il terzo giorno in Thailandia potrebbe partire con la Visita al Parco Storico di Sukhothai. Fuori dalle mura del Parco, invece, si trova il Mondop Sri Chum, al cui interno si cela una maestosa e gigantesca statua del Buddha alto ben 15 metri.

Da Sukhotai vi sposterete a Chiang Mai, una delle città più belle ed affascinanti del Paese e uno dei centri spirituali Buddisti più importanti dell’Asia.

 

 

Foto: Wat Phrathat Doi Suthep

Qui potrete visitare il tempio Wat Phrathat Doi Suthep, meglio conosciuto come il "tempio sulla collina".