Strani ma buoni: ingredienti di altre culture

In epoca di globalizzazione, è bene introdurre nella nostra dieta anche ingredienti di altre culture che si riveleranno preziosi per il nostro benessere.


Come la quinoa, che appartiene alla famiglia degli spinaci ma viene usata come un cereale, priva di glutine e ricca di aminoacidi e grassi insaturi (ottime le polpettine).

 

Ma anche la soia, il legume che contiene una quantità straordinaria di calcio, addirittura più del latte, e le alghe: vera e propria miniera di sali minerali e vitamine da usare in insalate e frittate.