Aspetti pratici del vivere insieme. Conto corrente: in comune o separato?

Lo sapevate che uno dei principali argomenti di discussione tra marito e moglie riguarda le questioni economiche?

 

Il nostro consiglio? Idee chiare fin da subito su come gestirete i soldi una volta sposati.
“Money, it’s a crime; share it fairly, but don't take a slice of my pie”.

Probabilmente in questa frase tratta dalla canzone Money dei Pink Floyd è racchiuso il nocciolo della questione di innumerevoli liti, più o meno burrascose, delle quali gli sposini alle prime armi hanno prima o poi esperienza.

Dividi equamente”, dunque, “ma non toccare la mia fetta di torta”. Chi di voi può affermare candidamente di non averlo mai pensato? Perché è giusto dividere le spese di coppia in maniera equa ma guai a chi tocca o mette bocca su quello che faccio dei soldi guadagnati con il mio lavoro.

Quando ci si sposa e magari si vuole metter su famiglia l’ideale sarebbe abbandonare ogni forma di egoismo e mettere completamente a disposizione dell’altro coniuge tutto lo stipendio. Insomma quello che è mio è tuo e viceversa. Non sempre, però, questo avviene.

 


 

Innanzitutto perché questo atteggiamento presupporrebbe una comune visione dei soldi e, soprattutto, di come essi debbano essere spesi: elementi che, vi assicuriamo, è raro che ci siano. Anche nelle coppie più consolidate, infatti, c’è sempre il coniuge più spendaccione (lei?) che non rinuncia a togliersi qualche sfizio (shopping con le amiche?) ed un altro che preferisce risparmiare.

In questo caso o la persona più oculata accetta di buon grado le scorribande per i negozi dell’altro oppure questa disparità di comportamenti diventerà un motivo di furibonde litigate e, nei casi più estremi, persino di separazioni.

 

Cosa fare, dunque?

Il nostro consiglio è quello di scegliere in anticipo quello che farete dei vostri averi; già nel momento in cui state scegliendo la data delle nozze, infatti, dovreste avere chiaro anche il modo in cui gestirete i vostri soldi una volta sposati.

E non crediate che questo sia un argomento squallido che non andrebbe neanche affrontato. Pensate solamente che anticipando la discussione e chiarendovi le idee sul da farsi vi eviterete numerose incomprensioni.

Vediamo le due vie praticabili.